La Carota bio, proprietà naturali ottime per l'estate

Pubblicato: 15/06/2022
La Carota bio, proprietà naturali ottime per l'estate

Le Carote sono una delle colture più importanti per l'Uomo. La carota è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Apiaceae; è anche uno dei più comuni ortaggi, ed il suo nome deriva dal latino tardo carōta, a sua volta dal greco καρωτόν (karōton). La carota spontanea è diffusa in Europa, in Asia e nel Nord Africa. Questa pianta è stata coltivata da tempo immemorabile ed usata come alimento base nel mondo Greco e Romano antichi, in tutto il Medioevo ma come cibo dei poveri. Durante il Medioevo erano disponibili diverse varietà di carote: tra queste una rosso-violacea molto saporita e una di minor valore tendente al giallo-verde.

E' nell'anno 1773 che la carota diventa pietanza alla moda alla tavola della nobiltà prima napoletana e poi francese ed europea, per opera dello Chef Vincenzo Corrado, che inserendola tra le pietanze di cucina Vegetariana e Pitagorica nel suo famoso libro "Il cuoco galante", in ricette ambite, sfarzose e raffinate scenografie da tavola, come la "Torta di carote e cioccolato" o la "Frittata Variata" di cinque strati a colori, nella quale lo strato arancione è fatto con uova e sugo di carote.

Nell'alimentazione umana, le carote biologiche sono fonte di carboidrati, sostanze biologicamente attive e minerali. dalle note proprietà nutrizionali, gustative, dietetiche e di altro tipo: caratterizzate da una bassa acidità, le carote sono dominate dall'acido malico, citrico e poco ossalico. I carboidrati qui esistono sotto forma di zuccheri, amido, fibre, pectina ed emocellulosa. La maggior parte degli zuccheri - saccarosio, glucosio e fruttosio - nello strato superiore della radice. C'è pochissimo amido e molta pectina nella polpa e nel torsolo. Le radici di carota contengono molte fibre, che non solo attivano la motilità intestinale, ma aiutano anche ad eliminare il colesterolo dal corpo. Le sostanze azotate - aminoacidi e altri composti, e in particolare le proteine ​​- sono facilmente solubili e ben assorbite dall'uomo.

Spesso nelle carote coltivate industrialmente dall'era moderna ad oggi, queste proprietà possono essere inferiori di quelle contenute negli ortaggi provenienti da agricoltura biologica certificata, oppure talvolta nella preparazione dell'ortaggio industrialmente prodotto la dovuta asportazione della buccia è motivo di perdita di proprietà benefiche e nutritive.

Le carote sono una coltura multivitaminica, ricche di carotene, che nel fegato e nell'intestino tenue viene convertito in vitamina A. Questa vitamina aumenta la resistenza dell'organismo alle malattie infettive. Questa vitamina è estremamente necessaria per le donne in gravidanza e le donne che hanno bisogno di crescere e svilupparsi. Dovrebbe essere particolarmente raccomandato alle persone la cui professione è associata all'affaticamento degli occhi. 

La carota biologica può essere mangiata cruda o cotta. Tuttavia nella stagione estiva è assai utile assumerla cruda.

Durante l'estate è cosa assai utile preparare pietanze e bevande a base di carota cruda ed assumerle spesso soprattutto se ci si espone ai raggi solari sia nel periodo di ferie in località salubri, sia durante le ore di lavoro all'aperto. Soprattutto se consumata sotto forma di succo estratto a freddo, la carota fa bene alla vista e alla pelle, dà energia e ha pochissime calorie. Tuttavia è simpatico anche sgranocchiare una carota oppure preparare veloci insalate nelle quali la carota con è con i sedani, oppure con le mele, o con le arance, o con zenzero, o con il tonno.  

Il succo di carota è chiamato il re dei succhi di verdura. Si combina bene con tutti gli altri succhi ed è utile per i bambini piccoli come multivitaminico: ha un buon effetto sullo sviluppo del corpo, tratta i disturbi intestinali, viene usato come antielmintico.

Fosfolipidi, lecitina e stirene sono stati trovati nelle radici di carota. L'inositolo contenuto in questo ortaggio agisce principalmente come agente profilattico e terapeutico per l'aterosclerosi, perché ha la capacità di migliorare il metabolismo dei grassi e dei lipidi nell'organismo.

Tra i composti minerali ci sono potassio, magnesio, fosforo e cloro. Si trovano soprattutto composti di magnesio. Promuove l'escrezione del colesterolo dal corpo, influenza la vasodilatazione, attiva la motilità intestinale. Numerosi oligoelementi sono stati trovati nelle radici di carota: alluminio, boro, vanadio, ferro, iodio, cobalto, rame, manganese, zinco. 

In erboristeria le carote biologiche sono ampiamente utilizzate per curare ustioni, congelamento, ulcere e ferite che non guariscono a lungo. Il succo fresco risciacqua la bocca con stomatite e mughetto nei bambini. L'infuso acquoso di foglie di carota, preparato come un tè, viene utilizzato sotto forma di bagni per il trattamento delle emorroidi e delle malattie del retto.

In cosmetica le carote biologiche sono usate per curare la pelle grassa o porosa con acne ed eruzioni cutanee: la maschera alla polpa di carota non può essere sostituita! I cosmetologi raccomandano di bere regolarmente un bicchiere di succo di carota al mattino ed alla sera. Facendo in questo modo, la carnagione sarà sempre sana e fresca.

Ricetta del Succo estratto a freddo di Carote bio

Ingredienti

500 gr.  di Carote biologiche
50   gr.  di  succo di Limone

Preparazione

Pulire  le carote biologiche, lavandole accuratamente,  e lasciando la buccia.

Con un coltello tagliare le carote in cubetti. 

Spingere i cubetti nell'estrattore, raccogliendo l'estratto a freddo di carota in dei bicchieri o in una caraffa.

 Aggiungere il succo di limone.

Giulio de NICOLAIS d'AFFLITTO



Ultimi Video


Vedi tutti i video »