Il lino, tessuto bio

Pubblicato: 15/06/2021
Il lino, tessuto bio

Il lino, assai versatile, è una pianta utilizzata per diversi usi come la produzione di tessuti, come diluente per vernici. I semi del lino sono poi, dopo diverse particolari fasi di lavorazione, un alimento ricco di fibre e di preziosi acidi grassi polinsaturi della serie Omega3.

Il lino in quanto tessuto, è una fibra cellulosica naturale estratta dallo stelo della pianta omonima mediante macerazione dei fasci fibrosi: si estrae dallo stelo.

II filato che si ottiene si presenta fresco, lucente rigido e resistente. II tessuto può essere molto fine e leggero da usare per la biancheria, oppure più pesante e grezzo da usare per la realizzazione di abiti estivi esterni sia da uomo che da donna.

Il lino era già utilizzato per ricavare fibre tessili nel 4° millennio a.C. in una vasta area euroasiatica che comprendeva Mesopotamia, Mar Caspio e zona orientale del Mar Nero. La sua diffusione fu rapida e seguì lo sviluppo di tutte le grandi civiltà.

In Egitto il lino era già utilizzato intorno al 3700 a.C. non solo per ricavare oli medicamentosi e decotti, ma anche per realizzare capi di abbigliamento raffinati e, soprattutto, le bende con cui venivano avvolte le salme per essere mummificate.

Il lino fu usato anche dai Greci, ma la sua maggiore diffusione si ebbe in epoca imperiale romana, quando da tessuto pregiato divenne di uso comune. Non fu usato solo per realizzare capi di vestiario ma, data la sua resistenza, conobbe anche altre destinazioni, quali la produzione di vele per le navi e di cordami.

Nel Medioevo le piantagioni sorsero in Ucraina, in Inghilterra, in Germania, in Olanda, in Belgio ed in Francia. Questi paesi si sono sempre distinti per l’alta qualità dei loro filati di lino. Il Medioevo fu il periodo d’oro del lino, l’età moderna invece segnò l’inizio del declino di questa pianta e dei suoi derivati. Una delle cause fu la concorrenza di altre fibre tessili, come il cotone.

Oggigiorno l'intenso sviluppo dell'industria ed il deterioramento dell'ecologia dell'ambiente stanno contribuendo ad una sempre maggiore attrazione dell'uomo verso la natura. Pertanto, nonostante lo sviluppo della produzione di cotone a basso costo e dell'industria chimica per la produzione di fibre sintetiche e artificiali, la coltivazione del lino e la produzione di tessuti di "lino Bio" non sono diminuite.

Al contrario: le cose realizzate con questi tessuti di lino stanno diventando sempre più popolari, il che è garantito dalle loro caratteristiche uniche. 

Giulio de NICOLAIS d'AFFLITTO



Ultimi Video


Vedi tutti i video »