Gli infusi bio di erbe e frutti. Considerazioni e proprietà

Pubblicato: 15/05/2021
Gli infusi bio di erbe e frutti. Considerazioni e proprietà

Un tempo la tisana era la bevanda principale. I nostri antenati preparavano infusi a base di varie erbe, che erano apprezzate non solo per il gusto e l'aroma, ma anche per le loro proprietà curative. Oggi, tali bevande biologiche sono diventate un'ottima alternativa al caffè, al tè nero e ad altri tè.

Gli infusi aromatici e profumati alle erbe non contengono caffeina, rinfrescano ma non eccitano il sistema nervoso. Includono vitamine, oligoelementi, oli essenziali, flavonoidi, tannini. Le tisane accelerano il metabolismo, purificano il corpo e inoltre sono estremamente profumate e deliziose.

La tisana appartiene alla categoria degli idroliti, è realizzata dall'infusione o dalla decozione di erbe o spezie in acqua calda: ogni componente della tisana offre un principio di azione che mira ad ottenerene un beneficio. La tisana viene definita come una soluzione acquosa diluita di sostanze medicamentose, formate da fitocomplessi, da utilizzarsi per via orale. Una tisana si può preparare con una o con più erbe. Esistono diversi tipi di tisane a seconda del metodo estrattivo cui si ricorre per realizzarle: l'infuso, il decotto, il macerato.

Preparare una tisana non è complicato ed è alla portata di tutti. La cosa fondamentale è saper usare i giusti ingredienti e gli strumenti adeguati, come un bollitore smaltato, una teiera, un colino o un infusore, una tazza di porcellana. E' preferibile usare acqua con poco calcare e utensili non di metallo: il metallo demineralizza alcune erbe.

Le tisane bio amare potranno essere dolcificate con miele o sciroppo di agave: sono entrambi due dolcificanti naturali ideali.

Le tisane sono bevande vitaminizzate, contengono un complesso equilibrato di vitamine e sostanze nutritive, sono in genere utilizzate per rafforzare il corpo, aumentare l'immunità e mantenere la vitalità. Si possono bere a lungo per prevenire lo sviluppo di qualsiasi malattia. Ad esempio, nella stagione dell'esacerbazione delle malattie infettive e virali, si potrebbe bere ogni giorno una tisana, che contiene foglie di lampone o fiori di camomilla.

Le combinazioni con bacche e frutta sono bevande deliziose e allo stesso tempo utili in cui le erbe si armonizzano perfettamente con pezzi di frutta secca o bacche. Tali infusi contengono anche la quantità richiesta di vitamine e possono essere utilizzati da tutti senza restrizioni.

Se hai difficoltà a svegliarti al mattino e di notte non riesci a dormire, non correre a prendere un caffè o un sonnifero. La tisana alla melissa e alla stevia ti rallegrerà. Al dolce sonno  condurrà invece l'infuso di biancospino o di acacia.

Una medesima tisana può funzionare in modo diverso a seconda della sua temperatura.  Sì, le bevande analcoliche a base di ribes nero o foglie di salvia, se fredde, dissetano perfettamente, mentre lo stesso infuso, se caldo, può far sudare quando si ha il raffreddore.

Preparazione di una tisana

Affinché la tisana sia arricchita al massimo con sostanze nutritive, è necessario seguire le regole di preparazione:

1. I decotti si preparano al meglio a bagnomaria.

2. Le erbe che non richiedono un trattamento termico prolungato (10-15 minuti) devono essere tenute in piatti di porcellana, di vetro o di smalto.

3. Si consiglia di preparare rizomi e frutti sminuzzati in un thermos, nel quale poi, quando pronta, verrà versata la tisana.

4. Lasciate riposare il composto nel thermos per diverse ore.

Quindi versate il tutto nella vostra tazza di porcellana e gustate la tisana.

Giulio de NICOLAIS d'AFFLITTO



Ultimi Video


Vedi tutti i video »