Il fantastico mondo delle cellule

Pubblicato: 20/06/2022
Il fantastico mondo delle cellule

Bentornati cari lettori.

Come ogni settimana anche oggi parleremo del nostro organismo, e di come è composto.

Scienza ma soprattutto Conoscenza, si perché conoscere il nostro organismo ci permette di accudirlo senza riserve in modo naturale, solo imparando ad ascoltarlo.

Oggi, come promesso, vi parlerò del fantastico mondo delle cellule eucariote, appartenenti al modo animale compreso l’uomo.

Le cellule sono innumerevoli: alcuni hanno stimato che nel nostro organismo vivano circa 37,2 trilioni di cellule. Queste sono organizzate in tutto il corpo, partendo dalla testa, sino ad arrivare ai nostri piedi.

Basti pensare che, proprio la loro magnifica complessità strutturale, costituisce l’intero corpo umano compreso tessuti e organi.

Ogni cellula appartenente ai diversi tessuti, ha una sua funzionalità specifica, come quelle pancreatica con produzione di enzimi digestivi, cellule epatiche con funzioni complesse dal punto di vista chimico e così via...

Le cellule si differenziano per forma, (anche se alla nascita hanno una conformazione essenzialmente rotondeggiante e tramite la così detta “differenziazione cellulare” acquisiscono in seguito la loro classica forma), fatta eccezioni per alcune come, i neuroni e gli spermatozoi.

Le cellule assumono la loro morfologia a seconda dei fattori fisici e funzionali, alcune di esse infatti, hanno una forma appiattita come quelle epiteliali, a causa della pressione degli strati cellulari sovrastanti. Altri hanno una forma sferica, soprattutto in ambienti acquosi, mentre nel caso di ambienti muscolari le cellule hanno forma allungata proprio per permette la contrazione muscolare; ma quelli più interessanti a mio avviso sono i neuroni.

I neuroni possiedono una struttura fortemente ramificata, costituiti da tre regioni, il corpo cellulare (detto anche pirenoforo, perikarion o soma), i dendriti e l'assone (neurite).

Il neurone è una cellula del sistema nervoso centrale, che consente funzioni cognitive e comportamentali, come pensare, camminare, parlare. Le sue caratteristiche fisiologiche e chimiche sono tali da permettere di ricevere, integrare e trasmettere impulsi nervosi, nonché di produrre sostanze denominate neurotrasmettitori.

Ma quanto vivono le cellule?

Ognuna di esse ha un ciclo di vita differente in base proprio alla loro collocazione, facciamo alcuni esempi: le cellule della pelle vivono in media 20 giorni, quelle dell'intestino 7 giorni, i globuli rossi 120 giorni, quelli bianchi 2 giorni e le cellule neuronali e muscolari per tutta la vita. E ancora le cellule site nello scheletro hanno poco più di una decina d'anni mentre le cellule dei muscoli delle costole hanno un'età media di 15,1 anni.

Le cellule respirano?

Ebbene sì, le cellule respirano, ma per respirazione si intende, la respirazione cellulare aerobica, che avviene in presenza di ossigeno, mentre quella in assenza di questa importante molecola, viene definita anaerobica di cui la forma più importante, comune ai procarioti ed eucarioti, essa è la via metabolica della glicolisi.

Ma non ci soffermiamo a lungo sul mondo cellulare, perché esso è così vasto e a mio avviso, così affascinante che non basterebbe solo un articolo per poter dare loro il giusto valore.

Nel prossimo numero vi parlerò proprio di questa importante via metabolica chiamata lipolisi e perché risulta così fondamentale.

RICORDATEVI CHE SI PU0’ VIVERE, NUTRIRSI E AMARSI CON STILE!!!

Dr.ssa Grazia Carolina MENZA



Ultimi Video


Vedi tutti i video »