Le api amiche dell’uomo

Pubblicato: 15/04/2021
Le api amiche dell’uomo

Le api (Apis Mellifera) sono comparse sulla faccia della Terra molto prima dell’uomo, circa 50 milioni di anni fa, mentre le prime documentazioni storiche di un interesse della specie umana a questo meraviglioso insetto ed agli altrettanti meravigliosi suoi prodotti (miele, cera) sono datati tra il 18.000 e l’11.000 A.C., come dimostrano alcune raffigurazioni rupestri spagnole (Santander).

La raccolta di miele era una delle principali attività degli antichi popoli di raccoglitori e cacciatori ed in epoche successive uno dei più ambiti bottini di guerra divennero proprio le anfore in cui era custodito il miele.

Inizialmente la disponibilità di miele nella dieta dei progenitori fu un fatto casuale, poi divenne più organizzata, con raccoglitori specializzati che costituivano una specie di casta molto tenuta in considerazione, le cui tecniche si possono vedere ancora oggi in alcune popolazioni dell’Asia e dell’Africa.

L’apicoltura nacque con la scoperta che gli sciami naturali accettano di buon grado alcune collocazioni artificiali, tra le più disparate costruite dall’uomo con vari materiali (legno, creta); naturalmente il metodo di recupero del miele e della cera era drastico, in quanto si otteneva attraverso l’uccisione delle api e questo fino al Medioevo, dopo essere passati per i metodi degli Egizi e dei Romani.

A metà dell’Ottocento in America si diede vita alla moderna apicoltura che permise di non distruggere i favi costruiti dalle api, incastonandoli in telai di legno che consentono l’attuale metodo di allevamento e mezzo di produzione. 

Attualmente l’apicoltura è praticata in tutto il mondo; sono molti gli appassionati hobbisti specie nel continente europeo, mentre in altri continenti gli apicoltori sono molto pochi e gestiscono enormi apiari per la produzione di miele, si pensi all’Australia.

Nel prossimo articolo parleremo di questo stupefacente mondo costituito dall’alveare e di alcune dinamiche che permettono alle api di essere quell’insetto sociale che affascina studiosi e semplici osservatori di queste creature. 

QUERCUS



Ultimi Video


Vedi tutti i video »